La pulizia dentale: un trattamento super-professionale la cui durata è super-personale

postato in: Blog, Occhio alla salute | 0

La pulizia dentale è un trattamento di basilare importanza per ottenere una bocca sana e bella. È il punto di partenza per tutte le cure successive e permette al dentista, specialmente con i pazienti nuovi, di entrare veramente in contatto e prendere conoscenza delle caratteristiche della bocca e delle sue eventuali criticità.

Igiene orale nei pazienti con bocche sane

Quando il paziente si presenta con gengive sane o denti ben allineati, lo scopo di una seduta igienica professionale sarà finalizzato a:

  • migliorare la gestione della placca nei settori meno visibili e meno raggiungibili per il paziente (per esempio le superfici dei molari superiori rivolte verso la guancia o quella dei molari inferiori dal lato della lingua)
  • migliorare la tecnica di spazzolamento, se vi sono segni di abrasioni dentali o di recessioni gengivali
  • insegnare l’uso degli spazzolini interprossimali o scovolini
  • insegnare l’uso dello spazzolino monociuffo per accedere ai denti del giudizio in posizioni critiche.

Igiene orale nei pazienti con tartaro, placca e denti precedentemente curati

Spesso però i pazienti presentano abbondante placca e accumuli si tartaro. In questi casi, seppur in assenza di dolore soggettivo (motivo per cui il paziente crede di non aver alcun bisogno del dentista!), le gengive sanguinano appena le si sfiora, possono apparire gonfie o di un rosso scuro, i denti perdono il loro candore naturale e sono ricoperti di patine o macchie scure.

Se poi sono presenti dei lavori come otturazioni, corone, ponti o impianti, eseguire le corrette manovre di igiene orale è più complesso ed è necessaria una migliore o più attenta manualità per garantirne la loro manutenzione e la loro durata nel tempo. Ecco allora che il compito del dentista va oltre la semplice pulizia della bocca: il paziente va istruito, aiutandolo a conoscere le criticità e le difficoltà di gestione che la sua dentatura presenta, e motivato al miglioramento.

Chiaramente non tutti hanno le stesse capacità di apprendimento, la stessa pazienza o dedizione: basti paragonare un adolescente con un anziano o una ricamatrice con un muratore. Ecco perché un buon servizio di igiene orale non può prescindere dall’accompagnare il paziente per un certo tempo affinché “metabolizzi e riesca ad applicare” le istruzioni ricevute in modo da far durare il più a lungo possibile i benefici ottenuti dal dentista con l’igiene professionale.

Per questo motivo presso il mio studio dentistico a Torino abbiamo istituito un attento e personalizzato sistema di follow-up (monitoraggio nel tempo) del paziente, specie quando si tratta di un nuovo paziente. Così, ci impegniamo come studio in un servizio di richiami (concordati e personalizzati a seconda dei bisogni di ogni paziente) per mantenere una cadenza regolare dei controlli igienici che permettono di avere sempre la bocca in ordine e sotto controllo. In questo modo la seduta di igiene orale per il paziente diventa meno impegnativa e faticosa e di conseguenza viene vissuta con maggior serenità fino a diventare una buona e sana abitudine.

Igiene orale nei pazienti con parodontite

In una buona fetta di pazienti si riscontrano poi seri problemi parodontali, cioè infiammazioni e infezioni delle gengive e dell’osso che sorregge i denti. Le parodontiti possono essere di livello moderato, medio o avanzato: a seconda dell’aggressività con cui la malattia si presenta e della tempestività con cui il paziente si rivolge al dentista per porne rimedio.

In questi casi, prima di procedere alle manovre di igiene orale, è necessario fare una corretta diagnosi documentando la situazione di partenza con una serie di radiografie e con la misurazione dei difetti presenti (sondaggio delle tasche parodontali). Ovviamente il problema non può essere risolto con una seduta di ablazione tartaro o di igiene orale, ma sono richiesti vari appuntamenti di durata e di natura diversa a seconda della gravità e dell’estensione del problema.

Mai considerare la seduta di igiene una prestazione scontata e di poco valore

Uno dei miei motti è che l’igiene orale va considerata come la prestazione odontoiatrica a più basso costo e a più alta resa per il paziente (non per il dentista, cui converrebbe che il paziente non imparasse mai e continuasse ad avere problemi!)

L’igiene orale è il punto di partenza strategico per recuperare la salute e l’estetica di una bocca. Grazie ad essa il paziente sperimenta i benefici che il benessere della sua bocca ha nella vita sociale e lavorativa (basti pensare a quanto diffusa è l’alitosi!)

La pulizia dentale: un trattamento super-professionale la cui durata è super-personale ultima modifica: 2019-04-06T10:05:05+00:00 da Fabio Regina

Lascia un commento