Una dentista professionalmente capace a Torino

…Una dentista a Torino professionalmente capace che conosce e utilizza la medicina omeopatica.

Frequento lo studio Bittante ormai da 13 anni (ma dall’età dell’adolescenza – che è molto lontana – ho purtroppo frequentato spesso gli studi dentistici) e debbo riconoscere che la dr.ssa Bittante ha un unico grande difetto: quello di chiamarsi “dentista”!

Penso infatti che sia di esperienza comune la reazione che nove persone su dieci hanno allorché quella parola viene pronunciata: un istintivo passo indietro e una smorfia di fastidio.

Ma la dr.ssa Bittante, oltreché professionalmente capace, è particolarmente intelligente, per cui era consapevole fin dall’inizio del suo “handicap”: tuttavia amava quel lavoro, aveva idee chiare e non comuni doti umane, per cui è riuscita a superare l’ostacolo. Come? Coinvolgendo quello che comunemente (e impropriamente) viene definito “il paziente” in un lavoro che implica da un lato una professionalità, ma dall’altro la consapevolezza (non così diffusa) che oltre quei denti e intorno a quella bocca c’è “la persona intera” del cosiddetto paziente.

La dr.ssa Bittante ha così saputo mediare una situazione di effettivo potere durante l’intervento (si pensi solo alla posizione inerme del “paziente” sulla sedia, con la bocca spalancata, sotto un riflettore…), facendolo precedere da un dialogo paritario da persona a persona, che tiene conto sì della competenza del medico ma anche del carattere, della sensibilità e delle convinzioni di colui che dovrà poi sedersi passivamente su quella poltrona: solo allora lui si potrà davvero rilassare.

Non a caso la dr.ssa Bittante conosce e utilizza anche la medicina omeopatica (a me è stata consigliata appunto da un medico omeopatico) e non a caso ha successo con i bambini: loro infatti sanno intuire senza bisogno di parole di chi ci si può fidare.

Proprio in questo periodo sta intervenendo abbastanza decisamente su di me e mi ha colpito molto la dinamica che si è verificata tra di noi.
Concordavo infatti con lei sulla necessità di intervenire, ma inizialmente tendevo a rifiutare la sua proposta per questioni di “principio”.
Ne abbiamo discusso diffusamente, mentre mi illustrava la situazione di fronte alla panoramica della mia bocca, e abbiamo concordato che dopo l’operazione di “bonifica” (comunque necessaria) avrebbe potuto essere più precisa sulle ipotesi di intervento: nel frattempo mi ero comunque reso conto che potevo anche accogliere la soluzione tecnica inizialmente da lei proposta.

Oggi, alla luce della “bonifica” effettuata, posso constatare che è riuscita a trovare una soluzione nel massimo rispetto delle mie convinzioni, modificando anche la sua ipotesi iniziale.
In sostanza: ha saputo fornirmi motivazioni che mi hanno convinto a livello teorico, ma al tempo stesso nell’attuazione del suo progetto ha tenuto conto di me.
Non mi sembra cosa da poco: e glie ne sono grato.

Da: Paolo

Una dentista professionalmente capace a Torino ultima modifica: 2019-05-22T11:54:08+00:00 da Fabio Regina

Lascia un commento