Ho i denti un po’ accavallati e se uso il filo mi si sfilaccia o si rompe: cosa devo fare?

postato in: Blog, Occhio alla salute | 0

Prima di dare una risposta mi verrebbe subito da fare qualche domanda specifica:

  • È sempre stato così o è solo da qualche tempo che succede?
  • Ha eseguito delle otturazioni su quei denti?
  • Da quanto tempo non esegue una visita di controllo o una pulizia dentale?
  • Che tipo di filo usa?
  • Il filo si sfilaccia o si sega e si rompe? Succede sempre o saltuariamente, magari solo se inserito con una certa angolazione?

Ovviamente non è possibile dare una risposta unica o certa senza vedere il paziente che manifesta questa problematica. Pertanto, in questa sede, posso semplicemente provare a fare delle ipotesi.

Essendo i denti accavallati, è facile che in quei punti lo smalto, nel tempo, si sia rovinato.

Potrebbe esserci uno smalto più ruvido che sfilaccia il filo, oppure una carie iniziale che porta il filo ad impigliarsi lì e a segarsi sul bordo tagliente dello smalto.

Se sono presenti vecchie otturazioni, potrebbero essere ormai usurate e con bordi non più precisi oppure potrebbero essere infiltrate, ovvero è possibile che della nuova carie si stia formando sotto la precedente otturazione.

La posizione scorretta dei denti, rendendo più difficile la pulizia, può aver favorito la formazione di tartaro: anche in questo caso il filo fa fatica a passare o si impiglia e sfilaccia.

In ogni caso, il dentista può fare qualcosa di risolutivo, dalla cosa più semplice come lisciare superfici ruvide a soluzioni più operative, come sostituire una vecchia otturazione.

L’uso regolare del filo in punti critici, resta comunque un utile alleato del paziente in quanto permette di indicare per tempo l’insorgere di un problema che il dentista può così facilmente risolvere.

Ho i denti un po’ accavallati e se uso il filo mi si sfilaccia o si rompe: cosa devo fare? ultima modifica: 2017-10-04T09:27:30+00:00 da Claudia Bittante